Obbligo assicurativo per le imprese Italiane entro il 31 dicembre 2024

Agenzia Entrate Studio Tributario Manetti

Imprese più resilienti: l’obbligo di polizza contro i rischi catastrofali

Stamani parliamo di una novita che poco viene commentata e analizzata dalla stampa specialistica, ma che impatterà  in modo significativo sui costi delle imprese:_  è l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa; si avete capito bene OBBLIGO, cosi come previsto dalla legge di bilancio 2024.

 

Vediamo di comprendere la normativa con l’aiuto di Massimo Manetti Tributarista

La Legge di Bilancio 2024 (legge n. 213/2023) ha introdotto una novità significativa per le imprese italiane: l’obbligo di stipulare una polizza assicurativa a copertura dei danni causati da eventi catastrofici.

Cosa significa?

Dallo scorso 1° gennaio 2024, tutte le imprese con sede legale in Italia, o con stabile organizzazione nel territorio italiano, sono tenute a sottoscrivere un’assicurazione contro:

  • Terremoti
  • Alluvioni
  • Frane
  • Inondazioni

L’obiettivo è quello di rafforzare la resilienza delle aziende di fronte a calamità naturali che, purtroppo, si verificano con sempre maggiore frequenza e intensità.

Quali sono i vantaggi?

La copertura assicurativa contro i rischi catastrofali offre numerosi vantaggi alle imprese:

  • Protezione finanziaria: in caso di evento catastrofico, l’assicurazione può coprire i costi di riparazione o ricostruzione dei danni subiti, garantendo la continuità aziendale.
  • Maggiore accesso al credito: le aziende che dispongono di una polizza contro i rischi catastrofali possono avere più facilità ad ottenere finanziamenti da banche e istituti di credito.
  • Migliore reputazione: l’adozione di misure per la gestione dei rischi catastrofali può migliorare l’immagine aziendale e la fiducia dei clienti.

 

Quali sono le coperture previste?

Le polizze assicurative contro i rischi catastrofali possono coprire:

  • Danni ai beni materiali: immobili, macchinari, impianti, scorte di magazzino.
  • Danni ai beni immateriali: perdita di dati, interruzione dell’attività.
  • Spese di decontaminazione e bonifica.
  • Spese di soccorso e assistenza alle persone.

Come scegliere la polizza giusta?

In fase di scelta della polizza, è importante valutare:

  • Le caratteristiche dell’azienda: tipologia di attività, dimensioni, valore dei beni da proteggere.
  • I rischi specifici a cui l’azienda è esposta in base alla sua ubicazione e al settore di appartenenza.
  • Le coperture offerte dalle diverse compagnie assicurative.
  • Il costo della polizza.

Un passo avanti per la sicurezza delle imprese

L’obbligo di copertura assicurativa contro i rischi catastrofali rappresenta un passo avanti importante per la sicurezza e la resilienza delle imprese italiane. Si tratta di una misura che può contribuire a ridurre l’impatto economico e finanziario di calamità naturali, favorendo la ripresa delle attività in tempi rapidi.

Per approfondire:

  • Legge di Bilancio 2024 (legge n. 213/2023)
  • Sito web IVASS (Istituto per la Vigilanza sulle Assicurazioni)

Informazione importante:

Le informazioni contenute in questo articolo non sono esaustive e non possono essere considerate come un consiglio assicurativo personalizzato. Si consiglia di consultare il vostro broker assicurativo per una valutazione specifica dei rischi e per la scelta della polizza più adatta alle proprie esigenze.

Sede Firenze  Via Jacopo Carrucci 152 , 50053, Empoli (FI)     ***   Sede Milano  Piazza della Repubblica 19, 20124 Milano (MI)

 

[icon name=”info-circle” style=”solid” class=”” unprefixed_class=””] Contattaci adesso!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *