Le ispezioni fiscali: essere assistiti in maniera adeguata

La visita in azienda delle ispezioni fiscali: ecco i consigli del Tributarista Massimo Manetti.

G𝗲𝘀𝘁𝗶𝗼𝗻𝗲 𝗽𝗿𝗼𝗮𝘁𝘁𝗶𝘃𝗮 𝗱𝗲𝗶 𝗰𝗼𝗻𝘁𝗲𝗻𝘇𝗶𝗼𝘀𝗶 𝗳𝗶𝘀𝗰𝗮𝗹𝗶. La guida

Essere assistiti in maniera adeguata è sempre di più  un’esigenza 

Un milione e mezzo di verifiche fino ad ottobre 2023, 5400 al giorno, 700 ogni ora. Numeri impressionanti che evidenziano l’esistenza di un’esigenza importante: l’esigenza di essere assistiti in maniera adeguata durante la visita in azienda delle ispezioni fiscali.

Massimo Manetti

La Manetti Consulting è diventata leader nel  supporto alle aziende.

Un momento traumatico per l’imprenditore che spesso, in preda alla paura, rilascia dichiarazioni che alla fine gli si ritorcono contro, con conseguenze spesso anche penali. Per questo, anni fa, abbiamo deciso di offrire un servizio che, in Italia, non esiste o comunque viene fatto da pochi professionisti.

Siamo al fianco di chi, anche per anni, è sottoposto a controlli approfonditi, aiutandoli innanzitutto a informarli sui diritti del contribuente e poi nella lettura dei fatti contestati. Una fetta di mercato interessante nella quale ormai siamo leader”.
Un’assistenza accurata che è garantita nelle varie fasi del procedimento: dopo la visita in azienda delle ispezioni fiscali il materiale raccolto viene inviato agli organismi di competenza.

Per difendersi, il contribuente ha 60 giorni di tempo ed è qui che noi, alla luce dei verbali emessi, ci interfacciamo a livello istituzionale per trovare una soluzione che possa soddisfare il cliente, rimanendo comunque nei termini di legge.

Vedi sotto il servizio su Libero.it

 

L’attività del professionista è fondamentale.
Prevenire rimane sempre un fattore fondamentale.

Manetti Consulting

L’attività di un professionista, dunque, è fondamentale per trovare una giusta e corretta strategia che nel gergo viene chiamata exit strategy: ma è anche fondamentale prevenire.

Ma come prevenire?

Con semplici accorgimenti da adottare con l’aiuto di un consulente preparato: tenere una corretta contabilità e registrare tutte le operazioni rilevanti, pagare le imposte in modo tempestivo e completo, effettuare verifiche constanti sulla propria situazione fiscale sono passi necessari per evitare sanzioni che metterebbero in difficoltà l’azienda soprattutto in un momento in cui le ispezioni fiscali sono in netto aumento data l’alta evasione cui è soggetto il nostro Paese.

il tributarista Massimo Manetti

[icon name=”info-circle” style=”solid” class=”” unprefixed_class=””] Contattaci adesso!

 


 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *