IL CONTRIBUTO A FONDO PERDUTO PER IL COMMERCIO AL DETTAGLIO

Studio Tributario Manetti

In arrivo i contributi a fondo perduto per il commercio al dettaglio.

Vediamo chi può usufruirne e come fare per averli

OGGETTO: Il nuovo contributo a fondo perduto per il commercio al dettaglio

È stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il Decreto direttoriale del Ministero dello Sviluppo economico datato 24 marzo 2022, emanato in attuazione del Decreto “Sostegni-ter” (art. 2 D.L. n. 4/2022). È previsto il riconoscimento di nuovi contributi a fondo perduto a favore delle imprese che svolgono in via prevalente attività di commercio al dettaglio.

Le domande di accesso alle agevolazioni potranno essere presentate dal 3 maggio 2022 al 24 maggio 2022, esclusivamente tramite la procedura informatica che sarà messa a disposizione dal Mise[1].

Requisiti per accedere al contributo

Possono beneficiare del nuovo contributo a fondo perduto per il commercio al dettaglio, introdotto dal Decreto “Sostegni-ter”, i soggetti che svolgono in via prevalente attività di commercio al dettaglio identificate da specifici codici ATECO 2007, come riportati nella tabella[2] messa a disposizione dal Mise.

Qualora il contributo superasse i 150.000 euro è altresì necessario presentare autocertificazione per la richiesta della documentazione antimafia.

Siamo a disposizione per qualsiasi chiarimento e per la valutazione delle condizioni necessarie per accedere al contributo.

CLICCA E LEGGI L’INTERO ARTICOLO

lettera_cliente_28_04_2022

[icon name=”book-reader” style=”solid” class=”” unprefixed_class=””] CLICCA E LEGGI

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *